Massetto

L’hypocaustum era un sistema di riscaldamento usato nell’antica Roma, consistente nella circolazione di aria calda entro cavità poste nel pavimento e nelle pareti del luogo da riscaldare.

I primi edifici termali sembra siano stati costruiti in Campania nel II sec. a.C.; forse in orgine erano alimentati da sorgenti termali, ma ben presto si sviluppò un sistema di riscaldamento a legna.
Nelle strutture più antiche il calore era ottenuto con semplici bracieri.
Col tempo venne sempre più utilizzato dai Romani un sistema di riscaldamento per mezzo di aria calda circolante sotto il pavimento e attraverso le pareti, l’ipocausto, la cui ideazione veniva attribuita a Sergio Orata.
Il pavimento del Calidario era formato da uno strato di Cocciopesto che poggiava su pilastri di mattoni (suspensura) in uno spazio cavo destinato alla circolazione dell’aria calda.
Questo sistema poteva essere completato trasportando l’aria calda anche nelle pareti del calidario per mezzo di condotti in laterizio (tubuli).

I Vantaggi di questo tipo di pavimentazioni sono:
l’Accumulo del calore e il suo rilascio graduale nell’ambiente, l’Eco-compatibilità, Elasticità, Leggerezza e Basso contenuto di umidità.

Le caratteristiche che contraddistinguono questo tipo di pavimentazioni sono:
Conducibilità termica:  W / (mK) 1.50
Coefficiente di permeabilità al vapore acqueo: 9.5 u
Resistenza a compressione: 4.7 N / mm ²
Massa volumica: 1770 kg / m³
Calore specifico: 801.3 J Kg K –² ¹
Inerzia termica (effusività): 1462 J kg –² ½ m K -¹

getto (2) stesura rabottatura


< Torna indietro